L’IDEOLOGIA E L’UOMO

“Molte persone oggi criticano, a volte con fondamento, gli uomini della Chiesa cattolica, mi sembra però che non si debba esagerare altrimenti siamo noi a voler piegare Cristo e la Chiesa da Lui fondata ai nostri interessi e alle nostre idee. La Chiesa stessa nei suoi atti ufficiali e nella persona del Santo Padre non si immischia in cose che spettano ai laici tranne nel caso in cui i laici invadono l’ambito della fede e della morale, ambiti che Cristo ha affidato alla immediata tutela del Magistero;  il Papa, quando parla ex cathedra, è ritenuto dai cattolici infallibile perchè Cristo ha impegnato il suo nome e onore in tale potere conferitogli, come la storia insegna, attraverso Pietro e la tradizione ininterrotta che giunge sino a noi oggi unanime. Se talvolta alcuni vescovi o sacerdoti, abusando del loro potere e tradendo la dottrina cattolica, fanno politica nel senso di strumentalizzare la religione e la fede cattolica sbagliano e non sono da seguire, come la Chiesa stessa insegna. Ma ciò non toglie l’obbligo di rispetto verso persone consacrate e persone che sbagliano, come chiunque sbaglia non smette di essere una persona umana, e a maggior ragione tali sacerdoti e vescovi per il ruolo che ricoprono vanno corretti e aiutati, e nel caso puniti o espulsi, sempre nei modi e toni onesti e leali, e non per piegare tali errori a nostro vantaggio strumentalizzando al contrario alcuni sbagli che non hanno valore di testimonianza, anzi a volte hanno valore di controtestimonianza, come lo fu quellla di Giuda. Inoltre hanno in ogni caso diritto ad avere le proprie idee in quanto uomini; devono però essere discreti e conservarle per loro quando agiscono in persona Christi come ben fa il Santo Padre, Benedetto XVI; attenti a non incorrrere noi nella trave che vediamo o crediamo di vedere nell’occhio altrui, ergendoci a giudici e detentori della verità assoluta contro la Chiesa di Cristo; di questa nostra presunzione, anche qualora avessimo parte di ragione, dovremo rendere certamente conto davanti a Cristo nell’al di là e forse anche oggi stesso , poichè abbiamo infangato il nome della sua Chiesa strumentalizzando i peccati o forse gli sbagli di alcuni suoi ministri pur di portare acqua al nostro santissimo mulino, autoproclamato santissimo…poi si deve discutere su chi ha torto o ragione e in che misura e lo dico pur notando che purtroppo alcuni sacerdoti e vescovi vanno fuori del seminato a volte.  Occorre salvare sempre le intenzioni del cuore di tutti, che conosce solo Dio e in parte l’interessato, credo questo…” (Riccardo Fenizia, PENSIERI)

Annunci

Informazioni su riccardofenizia

amo le arti marziali, insegno filosofia, sono un bersagliere e vi saluto per ora
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...